TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

Operatori mobili europei: dimezzate le tariffe di roaming

Utilizzare il telefonino all'estero costerà po' di meno. Sei operatori telefonici europei hanno dimezzato i costi del roaming

Michele Basso A cura di Michele Basso - Sito web autore
Operatori mobili europei: dimezzate le tariffe di roaming

Un gruppo di operatori di telefonia mobile europei dimezzerà i costi per gli utenti che quando sono all'estero passano alle loro reti.

T- Mobile, Orange, Telecom Italia Telenor, TeliaSonera e Wind, che insieme hanno circa 200 milioni di clienti europei nel campo della telefonia mobile, si sono accordati per tagliare i costi medi nell'offerta reciproca dei servizi roaming.

L'intesa prevede un tetto massimo alle tariffe medie all'ingrosso che ciascun operatore pratica agli altri per la fornitura di servizi di «roaming», pari a 45 centesimi al minuto dall'ottobre 2006 e a 36 centesimi al minuto dall'ottobre 2007, quindi circa la metà rispetto ai prezzi attuali.

Gli stessi produttori hanno poi firmato un accordo specifico nel quale si impegnano a riversare i benefici di questa riduzione sugli utenti finali, «nel modo più completo e rapido possibile, in ragione delle dinamiche di mercato».

"Gli operatori si impegnano a riversare i benefici di questa riduzione agli utenti finali, attraverso riduzioni dei prezzi al dettaglio, nel modo più completo e rapido possibile, in ragione delle dinamiche di mercato", si legge in una nota.

"Gli operatori incumbent - spiega Christian Salbaing, Managing Director Europe Telecommunications del Gruppo 3 - continuano ad applicare prezzi all'ingrosso elevati, costringendo gli operatori concorrenti ad applicare prezzi al dettaglio più alti. Crediamo che l'industria delle telecomunicazioni debba farsi carico delle preoccupazioni espresse dall'Unione Europea e dai consumatori, tagliando drasticamente i prezzi all'ingrosso. La riduzione delle tariffe all'ingrosso - prosegue Salbaing - porterà a una maggiore concorrenza e dunque ad avere prezzi al dettaglio minori. Riteniamo - conclude - che l'imposizione di un prezzo massimo all'ingrosso di 25 eurocent/min per le chiamate in roaming si tradurrebbe in tempi brevi in una significativa riduzione dei prezzi per i consumatori finali".

"Il mercato - ha commentato Rene Obermann, chief executive officer della tedesca T-Mobile (Deutsche Telekom) - dimostra così di funzionare e di non avere bisogno di interventi regolatori dall'esterno".

Autore: Michele Basso

Data di pubblicazione: 05/06/2006

Categoria: Cellulari - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news