TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

E' Augusto De Megni il vincitore del Grande Fratello 6

Il pubblico ha premiato l'intelligenza, il buon gusto di Augusto De Megni. Delusione mascherata per Fefè e Filippo

Marcello Tansini A cura di Marcello Tansini - Sito web autore
E' Augusto De Megni il vincitore del Grande Fratello 6 Ha vinto l'intelligenza. Ebbene sì, il reality che è per antonomasia prodotto di massa ha penalizzato i figli del popolo per premiare la discrezione del pensatore, il più defilato e meno inciucione, Augusto De Megni, vincitore del Gieffe 6.

La sua presenza non è stata affatto rumorosa e invadente, ma non per questo è passata inosservata. A cororarne il trionfo una puntata dall'atmosfera quasi stridente, troppo urlata e volgarotta rispetto all'eleganza del festeggiato di turno.

Perchè, si sa, a mandare avanti la baracca sono i caciaroni da bisboccia come Fefè e Filippo, entrambi contrariati da una vittoria che si aspettavano fin dall'inizio e su cui avevano puntato il tutto e per tutto.

Il ciociaro che parla di sè in terza persona si è dovuto "accontentare" di una celebrazione paesana con tutti i crismi del caso, dalla banda che sa tanto di provinciale alla nonna verace in studio (senza dimenticare la bollente lap-dance di Aida Yespica retrocessa a coniglietta di Playboy per risvegliare i sopiti ormoni). Er coatto de Roma, invece, ha confermato la fiducia accordatagli dall'impresario Costanzo all'uscita, onorando con entusiasmo il buon nome del protetto Britti. Quest'ultimo, infatti, ha finito per rinnegare anni di veneranda carriera per intonare una serenata alla coppia televisiva del momento, i ritrovati Pippo e Simona, ricoperti da petali di rosa come nella più trash delle scelte di Uomini e Donne.

Ad accompagnare l'uscita di entrambi, in consolle, Tommy Vee, che ha badato bene di rispolverare i successi di Moony da lui stesso remixati per dare un senso al gettone di presenza. Tanti gli "ospiti di disonore" di una serata che, ancora una volta, ha tradito lo spirito del Grande Fratello, snaturando la suspence dell'ultima puntata con elementi di "cattivo" varietà di cui non si sentiva il bisogno. Vedi il siparietto da avanspettacolo che ha visto coinvolti i papà dei finalisti, o l'imboscata di Valeria Marini nelle vesti di Jane-chiama-Tarzan (d'obbligo il dejavù di Sorellina il principe del sogno in cui spuntava dalla cascata come fata dei sogni).

Se a tutto questo ci aggiungete il calcio che fa capolino dal buco della serratura, Platinette con in mano un boccale di birra avvolta in una cortina fumogena e Alessia Marcuzzi più invasata che mai accogliere i finalisti come delle star hollywoodiane, capiamo che di queste "emozioni" non possiamo fare a meno. Perchè, altrimenti, non avremmo niente di cui lamentarci.

Salvo che del vincitore, visto che il denaro è una cosa sacra e finchè sì ride e si scherza va bene ma poi quel che conta è il merito. Perchè, alla resa dei conti, il pubblico sa decretare il giusto valore e dare un senso a tutto... Anche al reality più insensato.

Fonte: http://www.telecamereblog.it/

Autore: Marcello Tansini

Data di pubblicazione: 29/04/2006

Categoria: Cinema e TV - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news