TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

Video di Applausi per Fibra, la hit del momento di Fabri Fibra

E' il nuovo idolo del rap italiano: il suo terzo album «Tradimento» è entrato direttamente al numero uno in classifica

Redazione MyTag.it Redazione di MyTag.it - Sito web autore
Video di Applausi per Fibra, la hit del momento di Fabri Fibra

E' il nuovo idolo del rap italiano: il suo terzo album «Tradimento» è entrato direttamente al numero uno in classifica, spodestando i Red Hot Chili Peppers, che stanno dominando le hit parade di mezzo mondo.

Una grande soddisfazione per il trentenne marchigiano, che negli ultimi dieci anni ha coltivato la passione per il rap nella semiclandestinità dei circuiti underground e per sbarcare il lunario è anche emigrato un anno in Inghilterra: «A Senigallia guadagnavo 800 euro al mese in un'azienda di forniture alberghiere; poi sono andato a lavorare a Brighton: di giorno montavo i tappi delle penne e la sera facevo il lavapiatti».

«In Italia esisti solo se vai in televisione; ma io ho alle spalle dieci anni di rap indipendente e ho conquistato credibilità attraverso il passaparola su internet: ho inciso il primo disco "Turbe giovanili" con la collaborazione di Neffa e il secondo "Mr. Simpatia" con l'aiuto di mio fratello Francesco».

Inciso con la complicità di Fish (l'ex dei Sottotono che ha pubblicato il disco solista «Robe grosse»), l'album «Tradimento» ha un linguaggio pittoresco ai limiti della censura, soprattutto quando predica il sesso senza amore dipingendo le donne come semplici strumenti del piacere maschile.

Nel brano «Idee stupide» Fabrizio Tarducci (il suo vero nome) dice «ringrazio Dio per non avere un padre che fa il poliziotto»: «Sono i tutori di leggi sbagliate. Quando vedo una pattuglia mi si gela il sangue nelle vene, perché in tasca ho sempre un paio di canne: ho paura di essere arrestato ed essere considerato un drogato da mio padre».

Anche il pezzo «E la pula bussò», irriverente rilettura di «E la luna bussò» della Bertè («Loredana si è rifiutata di cantarla assieme a me»), intende rimarcare la differenza tra fumare "erba" e sniffare cocaina.

Autore: Redazione MyTag.it

Data di pubblicazione: 07/07/2006

Categoria: Musica - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news