TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

Video Il mondo che vorrei di Vasco Rossi. Nuovo singolo dell'album omonimo. Tutte le canzoni presenti. Testi e parole

Esce domani il nuovo album di Vasco Rossi intitolato Il mondo che vorrei ; album duro, di ribellione e di grande poesia, lontano da Vita Spericolata; tracklist testo e video de Il mondo che vorrei

Redazione MyTag.it Redazione di MyTag.it - Sito web autore
Video Il mondo che vorrei di Vasco Rossi. Nuovo singolo dell'album omonimo. Tutte le canzoni presenti. Testi e parole

"Il mondo che vorrei e' un mondo dove si viaggia sempre e non si arriva mai" così Vasco Rossi, forse il più grande cantautore italiano ancora in circolazione, ha interpretato il suo nuovo album, intitolato appunto "Il mondo che vorrei". Sarà in vendita dal 28 Marzo, e si prevedono già lunghe file ai banconi degli shop musicali. Il CD, presentato dall' omonimo brano "Il mondo che vorrei", conterrà 11 brani inediti con l' aggiunta di "Basta Poco", il singolo del 2006. La prima canzone è "Gioca con me", dolce omaggio alla femminilità ed alle donne, accompagnato dalla straordinaria chitarra di Slash, il leggendario chitarrista dei Guns 'n'Roses; non mancano poi le solite ballate, dal ritmo travolgente e scatenato, come "Vieni qui" e "E adesso che tocca a me".

"Non si può spingere solo l'acceleratore, bisogna anche frenare... ci si deve accontentare". E' la frase d' esordio di Vasco alla presentazione del suo album, una frase carica di significati, e di poesia, una poesia ben diversa e lontana da quella formulata in Vita Spericolata: "La realtà mi fa schifo, è triste e odiosa. Per questo ho rivalutato i sogni e le illusioni che aiutano a vivere meglio: credere in un amore, una donna, un rapporto, avere una fede, magari non vera o sbagliata. L'importante è crederci. Vivi meglio"; perchè, spiega, "Vita Spericolata era nata dall'idea di volare sempre senza tempi morti come nei film, dove si vedono solo cose belle e importanti e mai banali. I miei genitori sognavano per me una vita sicura, il posto in banca o in comune o statale. Io sognavo invece un avventuroso precariato, una esistenza non garantita. Però neppure io posso vivere come un cartone animato, ma d'altra parte sono insofferente ai limiti che la natura dà all'uomo. E allora ecco che ritorniamo alla rivalutazione dei sogni, i protagonisti di questo disco".  Come si fa poi a non sorridere, difronte ad una conclusione così: "Mi sento un sopravvissuto; ho fatto un sacco di esperienze e cambiato molti modi di vivere: ho vissuto da sconosciuto, da povero, da ricco, e famoso. Da montanaro, da studente, da deejay e rockstar. Mi sembra che dio mi abbia concesso una vita veramente molto varia e lunga .. o forse si e' dimenticato di me. Io spero solo che alla fine della corsa ci sia un angelo o un rock and roll ben riuscito".

Un album quindi duro, che rispecchia un disagio interiore che Vasco stà provando molto forte in questi anni, talmente forte da non poterlo tenere dentro, da doverlo musicare e canzonare, ed il risultato è straordinario. Tornando alla cronaca di "Il mondo che vorrei" ecco la tracklist:

1. Il mondo che vorrei
2. Vieni qui
3. Gioca con me
4. E adesso che tocca a me
5. Dimmelo te
6. Cosa importa a me
7. Non vivo senza te
8. Qui si fa la storia
9. Colpa del whisky
10. Non sopporto
11. Ho bisogno di te
12. Basta poco

E ora, il testo del nuovi singolo, "Il mondo che vorrei":

Ed è proprio quello che non si potrebbe
quello che vorrei,
ed è sempre quello che non si farebbe
quello che farei,
ed è come quello che non si direbbe
che direi
quando dico che non è cosi il mondo
che vorrei

non si può sorvolare le montagne
non può andare dove vorresti andare
sai cosa c’è ogni cosa resta qui
qui si può solo piangere
e alla fine non si piange neanche più

ed è proprio quando arrivo lì
che già ritornerei
ed è sempre quando sono qui
che io ripartirei
ed è come quello che non c’è
che io rimpiangerei

quando penso che non è cosi il mondo che vorrei
non si può fare quello che si vuole
non si può spingere solo l’acceleratore
guarda un pò ci si deve accontentare
qui si può solo perdere
e alla fine non si perde neanche più!

Autore: Redazione MyTag.it

Data di pubblicazione: 27/03/2008

Categoria: Musica - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news