TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

Video: intervista doppia a Marco Belinelli e Stefano Mancinelli

Intervista doppia ai due campioni della Fortitudo e della Nazionale: Marco Belinelli e Stefano Mancinelli

Redazione MyTag.it Redazione di MyTag.it - Sito web autore
Video: intervista doppia a Marco Belinelli e Stefano Mancinelli

A soli diciannove anni d’età, Marco Belinelli sta ha vissuto la sua terza stagione in Fortitudo. Dimostrandosi ormai un protagonista assoluto sul parquet, dopo un primo anno da grande scoperta – di Zoran Savic che gli offrì un contratto quinquennale da professionista, dopo essere rimasto svincolato dalla Virtus nell’estate del 2003, e di Jasmin Repesa che lo mandò immediatamente in campo dandogli fiducia a suon di… quintetti base – ed un secondo da autentica arma in più nei playoff, dando un contributo decisivo nella conquista dello scudetto.

Ora, partito Gianluca Basile e con lui tutti gli elementi più esperti della squadra del tricolore, ha dimostrato di essere pronto a caricarsi indosso quelle responsabilità che lo vedono ormai veterano biancoblù insieme all’amico del cuore Mancinelli.

Stefano Mancinelli, ala di 203 cm, originario di Chieti, dove nasce il 17/03/1983. In quel momento il settore giovanile è coordinato da Roberto Breveglieri, si vede per la prima volta il giovane, provino che lascia freddi i cuori dei selezionatori, per poi lasciarli basiti la stagione seguente quando il ragazzo si ripresenta trasformato nel fisico, con diversi cm in più che non ne hanno frenato l'atletismo e la mobilità.

Si presenta quindi alla corte di Palumbi Jr. il figlio del nostro Vice Presidente, ora assistente a Montecatini in LegaDue, per la sua ultima stagione da cadetto.

Porta le sue compagini in alto, anche senza raggiungere il titolo, ma le sue prestazioni alla prima finale nazionale Juniores disputata convincono i selezionatori azzurri che un talento del genere andava obbligatoriamente aggregato alla gruppo dei nati nel 1982.

Con lui, tra i nati nel 1983,  il solo Giacchetti, play ormai lanciato in pianta stabile in quintetto a Livorno. Stefano trova spazio e offre alla causa 2,7 punti nell'Europeo del 2000, punti che diventano 8,1 nel 2002.

Da tempo non si vedeva un simile atleta nato in Italia, tanto per gradire, il suo esordio, facile vittoria interna con Reggio Calabria il 14/4/2001, viene bagnato con 2 punti in altrettanti minuti, ottenuti con una schiacciata e impreziositi da ben due stoppate.

 

Autore: Redazione MyTag.it

Data di pubblicazione: 22/08/2006

Categoria: Sport - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news