TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

Luca Toni: I rigori? Non li tirerò più!

Tre rigori sbagliati consecutivamente. Anche in questo dato si può leggere il momento tutt'altro che esaltante di Luca Toni

Michele Basso A cura di Michele Basso - Sito web autore
Luca Toni: I rigori? Non li tirerò più!

Il recupero di mercoledì sera contro il Cagliari ha evidenziato ancora una volta il cattivo momento di forma di Luca Toni. L'attaccante della Fiorentina ha fallito il terzo rigore consecutivo: dopo il suo grande inizio di campionato, con 16 gol in 13 partite (1,23 gol di media) nelle successive 17 il viola è andato in rete solo otto volte (0,47 media).

"Ho deciso di non calciarli più, è il terzo fallito, dopo quelli contro Treviso e Livorno. Ho parlato coi miei compagni, è giusto che adesso ci provi qualcun altro", dice il bomber viola.

Sabato prossimo, nell'anticipo delle 30.30, sarà di scena Milan-Fiorentina: "Saranno novanta minuti importanti, ma non decisivi, per noi conterà di più la successiva gara contro la Roma. Il Milan è in splendida forma, hanno fatto bene sia in campionato che in Coppa, hanno rifilato gol a tutti. Mi auguro siano con la testa al Lione, ma non ci conterei troppo”.

Un consiglio ai compagni di squadra in vista del prossimo impegno: "Pirlo è il più forte al mondo nel suo ruolo, ha la capacità di mandare in porta i suoi compagni con una facilità disarmante. Inzaghi è tornato davvero alla grande, è un attaccante fortissimo".

La Fiorentina, con il pari di Cagliari, tiene comunque a distanza di due punti la Roma: "Speriamo adesso che la Roma non vinca a Torino e credo che poi sarà fondamentale lo scontro diretto che disputeremo in casa nostra. Mancano molte gare in ogni caso quindi poi vedremo come andrà a finire per la corsa alla Champions. Penso che il campionato già chiuso nella lotta per lo scudetto, non faccia divertire molto gli italiani. Sarebbe meglio se ci fossero più squadre in lizza, ma c'è effettivamente un grosso divario tra le società".

Infine parla "duello" Della Valle-Berlusconi: "Noi abbiamo un patron e loro anche, ma saranno i giocatori a scendere in campo. La politica non va mischiata con il calcio".

Autore: Michele Basso

Data di pubblicazione: 24/03/2006

Categoria: Sport - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news