TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

L'Unione Europea vuole tassare e-mail e SMS

I 25 paesi dell'Unione europea temono una nuova tassa hi-tech sui messaggi testuali scambiati per posta elettronica e telefonini

Michele Basso A cura di Michele Basso - Sito web autore
L'Unione Europea vuole tassare e-mail e SMS

C'è uno spettro che si aggira per l'Europa: è una tassa che l'Unione europea potrebbe prendere in considerazione, e da applicare niente meno che a email e Sms, le forme di comunicazione che hanno fatto la fortuna di Internet e della telefonia cellulare.

In alcuni paesi europei, addirittura, sono stati aperto centri per curare la dipendenza dai messaggini, dal momento che molti ragazzi sembra non ne possano più fare a meno.

 

I numeri relativi al business a essi legato, però, fanno venire l'acquolina in bocca a tanti: in media, gli sms rappresentano il 60-80% dell’ARPU dati in 20 paesi europei e ne vengono inviati oltre 200 miliardi ogni mese.

La tassa sarebbe di quelle impopolari: l'idea Ue sarebbe di 1.5 centesimi di euro su ogni Sms e di 0.00001 centesimi di euro su ogni email. Non è chiaro infine chi sarebbe responsabile del pagamento della tassa tecnologica, se gli utenti o i service provider.

“Noccioline”, ha detto Lamassoure, l’eurodeputato francese del PPE autore della proposta, “che però moltiplicate per i miliardi di messaggi quotidiani potrebbero portare a entrate immense”.

In Italia, l’idea ha fatto più volte capolino nelle aule della politica, l’ultima volta lo scorso autunno su proposta di alcuni deputati di Alleanza Nazionale, ma è sempre stata bocciata.

Autore: Michele Basso

Data di pubblicazione: 29/05/2006

Categoria: Tecnologie e Internet - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news