TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

Mancini: "Il mio futuro è all'estero"

''La voglia di andare all'estero aumenta ed è una certezza che, quando concluderò la mia carriera all'Inter, non allenerò in Italia''

Michele Basso A cura di Michele Basso - Sito web autore
Mancini:

"La voglia di andare all'estero aumenta ed è una certezza che, quando concluderò la mia carriera all'Inter, non allenerò in Italia". E' amareggiato Roberto Mancini e le dure parole rilasciata alla stampa sono l'emblema della delusione del tecnico nerazzurro.

Si dovrebbe parlare della sfida di domani pomeriggio con l'Udinese, ma i temi in casa nerazzurra richiamano ancora l'aggressione subita dai giocatori dell'Inter da parte di un gruppo di tifosi nella notte tra sabato e domenica al ritorno dalla vittoriosa trasferta di Ascoli Piceno.

"C'è chi il calcio l'ha fatto diventare così, giocare e divertirsi, che è l'espressione massima di questo gioco, non è più possibile. Non si può più perdere o vincere pensando solo a quanto accade in campo. Se si perde bisogna purtroppo pensare a tante altre cose. La voglia di andare avanti da parte mia comunque c'è sempre, lo faccio perchè mi piace questo gioco e stare sul campo con i giocatori e non lo faccio per soldi come qualcuno ha detto più volte. È la passione il motivo che mi spinge".

Mancini spiega di aver visto ieri i suoi giocatori, "qualcosa sicuramente hanno subito, ma spero che riescano a lasciare da parte questi episodi e pensare alla partita di domani".

L'Inter è impegnata nella semifinale di ritorno di coppa Italia contro l'Udinese. Non verranno convocati Adriano e Veron, mentre dovrebbe esserci Cristiano Zanetti.

Anche Massimo Moratti dice la sua sul presunto fallimento del progetto Mancini: "Certo non è stato un successo, nello stesso tempo lui ci ha messo tutta la volontà e le capacità, è stato anche lui tradito dai calciatori. Nel calcio è facile trovare l’obiettivo, ma è altrettanto difficile capirne tutti i meccanismi".

Autore: Michele Basso

Data di pubblicazione: 10/04/2006

Categoria: Sport - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news