TROVA
Scarica Feed RSS I Feed RSS di mytag.it
 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da MyTAG gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica. INVIA
Invia ad una amico Versione per PDA Stampa questa pagina

Silvio Berlusconi e Mara Carfagna: sono stati amanti? E le intercettazioni telefoniche?

Ma che la bella Mara Carfagna possa essere colei da identificare come la Monica Lewinsky delle telefonate intercettate, pare poco probabile....o forse no?

Redazione MyTag.it Redazione di MyTag.it - Sito web autore
Silvio Berlusconi e Mara Carfagna: sono stati amanti? E le intercettazioni telefoniche? Di soprannomi Silvio Berlusconi ne ha avuti e ne ha tutt’ora ancora tanti: fuori dagli schemi, sorriso tutto denti, estroverso, barzellettiere, ed anche donnaiolo. Dalle ultime intercettazioni telefoniche è emerso un ‘Silvio segreto’ che nessuno immaginava, o per meglio dire, nessuno immaginava così in rapporto al mondo femminile.

Che lui, uomo, non abbia mai nascosto il suo debole per le donne è innegabile ed evidente considerando per esempio gli scoop di lui in compagnia di cinque donne nella sua villa in Sardegna qualche tempo fa.

Ma che la bella Mara Carfagna possa essere colei da identificare come la Monica Lewinsky delle telefonate intercettate, pare poco probabile. E ancora, se Antonio Di Pietro giudica immorale una nomina se fatta per ragioni diverse da quelle politiche, senza però specificare a chi debba essere rivolta la condanna, Marco Travaglio risponde che tanto tutti i ministri di questo governo sono scelti con lo stesso criterio, il totale servilismo verso il capo.

Nessuna condanna, dunque,, se anche fosse vero ciò che si vocifera sulla Carfagna, se così fosse, o fosse stato.

Ma quando si parla di un paragone del genere, ecco immediatamente intervenire il popolo femminile a sostegno ‘dell’imputata’ quando, si sa, la solidarietà femminile è la migliore arma contro accuse false.

Così spiegano le parole di chi ben conosce Mara. C’è chi, come la leghista Carolina Lussana, invita ad aspettare perché ‘Non conta da dove si viene, conta quello che si fa.

Ed è ancora troppo presto per giudicare il lavoro della Carfagna’ spiega, ricordando che scivoloni come quel paragone sulla Lewinsky sono ‘la dimostrazione che quando si arriva in un posto importante la tentazione della battuta facile del pregiudizio non muoiono mai’.

Chi, provocatoriamente, commenta dicendo che ‘quando una cretina arriva in un posto importante vuol dire che c'è vera parità. Non dico che la Carfagna sia cretina ma se lei è inadeguata lo sono anche tanti ministri uomini’.

E c’è Alessandra Mussolini che ricorda come la Carfagna, in occasione di una riunione Camera con tutte le parlamentari del Popolo della Libertà per illustrare un progetto contro la prostituzione, si sia dimostrata attenta, intelligente, equilibrata.

Autore: Redazione MyTag.it

Data di pubblicazione: 05/07/2008

Categoria: Notizie - Tutti gli articoli della categoria

 

I PIU' LETTI DEL MESE

Tutte le news